25 Aprile 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeURBANISTICAWebuild a Roma, partiti gli scavi per nuova fermata della Metro C

Webuild a Roma, partiti gli scavi per nuova fermata della Metro C

La tecnologia a servizio di quella che sarà la "stazione/museo archeologico" di piazza Venezia

È entrata in funzione l’idrofresa, costruita ad hoc per scavare le pareti perimetrali della nuova “stazione/museo archeologico” di piazza Venezia, a Roma, fino alla profondità record di 85 metri. La stazione sarà uno snodo centrale della Linea C della Metropolitana, la prima a guida automatica della Capitale, commissionata da Roma Metropolitane e realizzata dalla società consortile Metro C S.c.p.a., guidata da Webuild e Vianini Lavori.

Il macchinario, con un’altezza di 24,5 metri e un peso di 185 tonnellate, lavorerà in verticale sfruttando un getto di acqua ad alta pressione. L’idrofresa sarà impiegata nella realizzazione di circa 55 mila metri cubi di diaframmi perimetrali in cemento armato della stazione, fino alla profondità di 85 metri. L’attività procederà nei prossimi mesi in parallelo con le altre lavorazioni del cantiere, già avviate nella parte centrale della piazza, come l’esecuzione di carotaggi archeologici.

Cristina Giua
Cristina Giua
Cristina Giua, milanese, classe 1971, giornalista professionista dal 2012. Si è sempre occupata di giornalismo economico, con specializzazione in Finanza, Legal e Real Estate. Ha lavorato per testate come il Sole-24 Ore, Monitorimmobiliare, il Quotidiano Immobiliare. Si è occupata anche di organizzazione di eventi e di ufficio stampa & comunicazione per Fiera Milano e Fondazione ISMU (Istituto Studi sulla Multietnicità) della Regione Lombardia. Laureata in legge, con indirizzo d’impresa, presso l’Università degli Studi di Milano, ha in conseguito, in seguito, un Master in Giornalismo presso l’Università Cattolica di Milano.
ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO