25 Aprile 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeURBANISTICATitoli edilizi, convenzioni e piani attuativi: scatta un’altra proroga sui termini

Titoli edilizi, convenzioni e piani attuativi: scatta un’altra proroga sui termini

Le nuove scadenze sono segnalate da SI – Studio Inzaghi

Slittano i termini di legge per titoli edilizi, convenzioni e piani attuativi. Lo si legge in una nota diffusa da SI – Studio Inzaghi, nella quale si fa riferimento “alla Legge 11/2024 (entrata in vigore lo scorso 8 febbraio 2024) di conversione del D.L. 181/2023, che modifica il cd. “Decreto Ucraina” (D.L. n. 21/2022)”.

Come precisa la nota, la norma introduce:

  • per i lavori attualmente in corso o da avviare, la possibilità di usufruire di un’estensione a due anni e sei mesi della proroga straordinaria dei termini di inizio e fine lavori (originariamente prevista in soli due anni) relativa a PDC rilasciati o formatisi fino al 30 giugno 2024. Tale proroga è estesa anche alle SCIA, alle autorizzazioni paesaggistiche e alle dichiarazioni e autorizzazioni ambientali comunque denominate. Non è automatica, ma è soggetta ad una comunicazione al Comune da parte dell’interessato, previa verifica di alcune condizioni.

  • per le convenzioni di lottizzazione o accordi similari, nonché per i piani attuativi (e qualunque atto propedeutico) formatisi sino al 30 giugno 2024, la proroga dei termini di validità e di inizio e fine lavori di due anni e sei mesi.Questa proroga è automatica purché non in contrasto con le condizioni indicate dalla legge”.

Cristina Giua
Cristina Giua
Cristina Giua, milanese, classe 1971, giornalista professionista dal 2012. Si è sempre occupata di giornalismo economico, con specializzazione in Finanza, Legal e Real Estate. Ha lavorato per testate come il Sole-24 Ore, Monitorimmobiliare, il Quotidiano Immobiliare. Si è occupata anche di organizzazione di eventi e di ufficio stampa & comunicazione per Fiera Milano e Fondazione ISMU (Istituto Studi sulla Multietnicità) della Regione Lombardia. Laureata in legge, con indirizzo d’impresa, presso l’Università degli Studi di Milano, ha in conseguito, in seguito, un Master in Giornalismo presso l’Università Cattolica di Milano.
ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO