26 Maggio 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeFINANZATecnocasa, Il mercato di rustici e casali è in affanno

Tecnocasa, Il mercato di rustici e casali è in affanno

Secondo la responsabile dell’Ufficio Studi del gruppo di intermediazione immobiliare, nel primo semestre si è verificata una contrazione nelle compravendite di questa tipologia di immobili a causa di un’offerta sempre più ridotta

“La ricerca di casa in campagna, esplosa dopo il primo lockdown, sembra essersi attenuata rispetto al passato. I dati relativi alle compravendite di case indipendenti e semi indipendenti effettuate dalle agenzie del Gruppo Tecnocasa evidenziano nel primo semestre 2023 una percentuale del 20,6% in contrazione rispetto al primo semestre 2021 quando era pari al 22,1%. La spinta dell’epoca che ancora resta si scontra con un’offerta sempre più ridotta. A cercare queste tipologie sono stranieri che si trasferiscono nel nostro paese, ma soprattutto persone del posto che decidono di cambiare stile di vita. La domanda arriva anche da chi desidera realizzare una struttura ricettiva. Chi cerca queste tipologie desidera tassativamente uno spazio esterno. Per il target estero pesa la panoramicità, per quello locale i collegamenti con i comuni o le città e la presenza di servizi”.  Queste le considerazioni di Fabiana Megliola, Responsabile Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, che ha condotto l’indagine sui territori italiani caratterizzati da una forte componente della tipologia rustici. Di seguito gli approfondimenti sulle diverse realtà.

Monferrato in grande spolvero

 

Nel Monferrato si registra un aumento di interesse per l’acquisto a causa dei costi più elevati e della bassa offerta che interessa il vicino territorio delle Langhe. I comuni presi in considerazione sono Castell’Alfero, Nizza Monferrato e Costigliole d’ Asti. Secondo Chiara Zannino, Affiliata Tecnorete, buona parte delle compravendite di Castell’Alfero e comuni limitrofi sono realizzate con acquirenti stranieri, prevalentemente dal Nord Europa, che ne apprezzano la posizione panoramica e la presenza di vigneti. Talvolta si trasferiscono e lavorano in smart working, altre volte invece acquistano per realizzare una casa vacanza o un B&B. Con quest’ultima finalità si avvicinano al mercato anche milanesi e torinesi. L’offerta abitativa include soluzioni che necessitano di importanti lavori di ristrutturazione.

Alba e le Langhe meta internazionale

 

Il mercato immobiliare è sempre vivace nell’area di Alba e Treiso, con richieste di acquisto che provengono sia da italiani sia da stranieri in arrivo dal nord Europa e soprattutto dall’Olanda e dalla Germania. Da segnalare anche qualche acquisto da parte di turisti in arrivo dall’America. La domanda si focalizza su cascinali tipici piemontesi situati in collina, dotati di terreno e vista panoramica. Per queste tipologie i valori partono da 150-200 mila euro a salire, anche in base all’importanza dei lavori di ristrutturazione necessari. Si tratta di un mercato che non si è mai fermato, l’arrivo del Covid aveva incrementato le richieste su queste tipologie e attualmente il mercato non segnala flessioni. Anzi a scarseggiare è l’offerta, in particolare per quanto riguarda le tipologie di pregio e che sono le più richieste.

Oltrepò pavese, il buen retiro dei milanesi

 

Nella zona dell’Oltrepò Pavese la domanda di rustici e di casali di campagna in pietra risulta ancora vivace e arriva sia da persone del posto che desiderano migliorare la qualità abitativa ma anche da persone che arrivano da Milano (da cui possono lavorare anche in smart working). Sono in aumento le richieste da parte di persone in arrivo dal Nord Europa, in particolare, inglesi e olandesi. L’offerta di queste tipologie abitative è in diminuzione perché sono state assorbite dal mercato dopo la pandemia e perché non ci sono stati interventi di nuova costruzione. Le zone collinari sono quelle più gettonate dove si cercano soluzioni da 100-120 mq con almeno 1000 mq di terra o giardino. I prezzi partono da 50 mila euro per arrivare a superare anche 250 mila euro per soluzioni ristrutturate o di recente costruzione.

Valdobbiadene, patrimonio dell’Unesco

 

Il mercato immobiliare nella zona di Valdobbiadene mette in evidenza una bassa offerta di rustici di cui ormai non c’è più offerta sul mercato, fatta eccezione per le tipologie in corte con ingressi e cortili in comune. Le soluzioni indipendenti su quattro lati, con terreno intorno sono difficili da trovare. A ricercarli sono persone del posto ma anche turisti in crescita da quando Valdobbiadene è diventata “Patrimonio Unesco”. Le soluzioni indipendenti da ristrutturare costano intorno a 150-200 mila euro: parliamo di metrature intorno a 150 mq con 500-1000 mq di giardino. Le soluzioni ristrutturate hanno valori intorno a 400-500 mila euro.

Vado a vivere in Franciacorta

 

In Franciacorta e in particolare nelle campagne intorno a Passirano, Monticelli, Paderno Franciacorta, la domanda di casali e rustici di campagna è elevata, ma si scontra con un’offerta bassa. Infatti, chi li cerca li desidera indipendenti su quattro lati, da 130-150 mq e con giardino annesso di almeno 1000 mq. Sono ricercati soprattutto come abitazione principale e, solo in minima parte, come casa vacanza.  Gli acquirenti sono principalmente del posto, sporadicamente arrivano dalla provincia di Bergamo. I prezzi medi per una soluzione da ristrutturare si aggirano da 500 a 1000 euro al mq e per la ristrutturazione occorre mettere in conto almeno 1000-1500 euro al mq. Sono particolarmente ambite le tipologie posizionate nelle colline di Monticelli e di Passirano. Chi cerca un rustico o una casa vacanza sono spesso persone del posto che desiderano migliorare la qualità di vita.

Il Valpolicella meta dei più giovani

 

Il mercato dei rustici nelle zone di San Pietro in Cariano, Negrar, Pedemonte, Arbizzano negli ultimi tempi registra una maggiore attenzione che si rivolge, in modo particolare, alle soluzioni che si concentrano nelle colline del comune di San Pietro in Cariano, Fumane. Si cercano sia soluzioni da ristrutturare sia quelle già ristrutturate. Si chiedono in particolare immobili dotati di giardino visto che la maggior parte dei rustici è inserito all’interno di contesti di corte. A comprare sono soprattutto ragazzi giovani alla ricerca di una prima casa. Vendono persone più avanti con l’età, soprattutto le soluzioni sviluppate su due piani. Si registra una forte richiesta di vigneti da parte di aziende vinicole. I prezzi sono di 930 euro al mq per le tipologie da ristrutturare in zone centrali.

ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO