26 Maggio 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeFINANZASemaforo verde da Consob per Concrete Investing

Semaforo verde da Consob per Concrete Investing

La piattaforma specializzata nella raccolta di capitali destinati a investimenti immobiliari in aree ad alto potenziale ha ottenuto l’autorizzazione a operare secondo il nuovo regolamento Ue

Concrete Investing, la piattaforma attiva su www.concreteinvesting.com e specializzata nella raccolta di capitali destinati ad investimenti in progetti immobiliari in aree di primario interesse, comunica di aver ricevuto da Consob, sentita Banca d’Italia, con delibera n. 22859 del 25 ottobre 2023, l’autorizzazione a operare come fornitore di servizi di crowdfunding come definiti dal nuovo Regolamento UE 2020/1503 (“Regulation on European Crowfunding Service Providers for business”.

Sessanta milioni di raccolta

 

Concrete Investing, già autorizzata da Consob nel 2018, è attiva sul mercato del crowdfunding immobiliare e nel corso della sua attività ha già raccolto circa 60 milioni di euro a favore di 29 operazioni di sviluppo, principalmente a Milano, 11 delle quali hanno già liquidato gli investitori per un importo superiore a 20 milioni di euro, con un rendimento medio annuale di circa il 10 per cento. Tra le operazioni finanziate: Torre Milano, nuovo edificio di 25 piani completato a  fine 2022; Washington Building, nato sull’area della ex-fabbrica Borletti; Park Towers, complesso costituito da due torri residenziali progettate da Asti Architetti; Gate Central, il nuovo edificio fronte Colonne di San Lorenzo e firmato dallo studio ACPV – Antonio Citterio Patricia Viel; Anfiteatro 7, operazione di smart living promossa da Impresa Rusconi nel quartiere di Brera e attualmente in fase di edificazione. Il valore complessivo previsto dei progetti finanziati è superiore a 750 milioni di euro.

Nuovi prodotti destinati anche ai risparmiatori

 

In linea con il Regolamento UE, la nuova autorizzazione permetterà alla piattaforma di dare continuità ai servizi oltre il 10 novembre, termine oltre il quale sarà necessario essere autorizzati per poter operare, e l’opportunità di sviluppare nuovi prodotti dedicati non solo ad investitori professionali e retail nazionali, ma anche a risparmiatori europei. Lorenzo Pedotti, CEO di Concrete Investing, ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di essere la prima piattaforma già attiva di crowdfunding immobiliare ad aver ottenuto da CONSOB l’autorizzazione a operare ai sensi della nuova normativa europea, garantendo così la continuità dell’operatività ai nostri clienti e investitori e cogliendo le opportunità di sviluppo della nostra attività offerte dal regolamento. Questo risultato, che ha comportato un grande impegno da parte di tutta la nostra struttura, rappresenta per Concrete Investing un importante riconoscimento dell’attenzione che fin dall’inizio ha contraddistinto la nostra attività, permettendoci di essere conformi a tutti i requisiti richiesti per concludere positivamente l’iter autorizzativo”.

 

ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO