26 Maggio 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeFINANZAInvimit protagonista del World Tourism Day

Invimit protagonista del World Tourism Day

Secondo l’amministratore delegato della Sgr impegnata nella valorizzazione del patrimonio pubblico, l’Italia è in pole position per attrarre investimenti, anche internazionali, finalizzati alla crescita del turismo sostenibile

Invimit Sgr, la società del Ministero dell’Economia e delle Finanze che ha l’obiettivo di valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico italiano, è stata invitata a partecipare alla Giornata Mondiale del Turismo 2023 – Green Investments, che si è tenuta a Riyadh (Arabia Saudita). Il Ministro Daniela Santanchè ha preso parte alle celebrazioni e ha scritto una lettera aperta in cui sottolinea che “il valore del turismo quale motore culturale e acceleratore economico è alla base del lavoro che Governo e Ministero stanno facendo per portare il comparto a essere la prima industria italiana e traino del Pil”. La società è stata tra gli invitati di Sua Eccellenza Ahmed Al Khateeb, Ministro del Turismo dell’Arabia Saudita, che ha detto, “vedo un futuro in cui l’essere umano è assolutamente al centro in questo settore. Nel turismo, rappresentiamo un motore per la creazione di nuovi posti di lavoro”, le sue parole in occasione del più rilevante evento mai realizzato nei 43 anni di storia del UNWTO (United Nations World Tourism Organization) e a cui hanno partecipato 50 ministri e oltre 500 esperti.

La resilienza del comparto “hospitality”

 

Le attività e le sessioni durante questo prestigioso evento hanno avuto come tema principale “Tourism & Green investments” e hanno rappresentato una eccezionale opportunità per riunire investitori ed esperti del settore, nonché rappresentantanti delle istituzioni per affermare come l’industria mondiale del turismo debba vincere la sfida globale di accelerare gli investimenti che la rendano sempre più sostenibile per le persone e il pianeta. Nel 2022 gli investimenti real estate in Europa hanno superato i 300 miliardi con un importante ruolo dell’hospitality, pari a ca 16 miliardi di euro. Nel primo semestre 2023 gli investimenti complessivi in Europa hanno registrato un importante rallentamento, con complessivi 62 miliardi di euro, pari ad una riduzione del 57% rispetto al primo semestre dell’anno precedente. La riduzione ha riguardato tute la asset class ed ha coinvolto tutti i principali paesi europei. Tuttavia, l’hospitality ha dimostrato una migliore tenuta rispetto agli altri settori, con una riduzione più contenuta, pari al -17%, a dimostrazione della resilienza del comparto e della solidità dei fondamentali. L’Italia con i suoi 58 siti Unesco, oltre 4.200 musei, 2.400 comuni con rilevante eredità culturale e storica, 8.000 km di coste e 37% di aree verdi, può giocare un ruolo essenziale nella valorizzazione dei tre pillars enunciati durante il WTD “People, Planet, Prosperity”.

People, Planet, Prosperity

 

Giovanna Della Posta, amministratore delegato di Invimit, al rientro in Italia ha commentato: “L’Italia ha tutte le carte in regola per attrarre investimenti, risorse che si aggiungono a quelle domestiche, per supportare la crescita sostenibile. Il turismo è certamente uno dei nostri punti di forza. Le sfide del turismo globale che il Summit ha espresso come People, Planet, Prosperity rendono il nostro Paese ancora più attrattivo. Questo è il modo attraverso il quale dovremo rafforzare e perseguire il nostro ruolo di leadership globale e beneficiare delle ricadute con effetti positivi che gli investimenti nel turismo generano a livello di PIL e occupazione. Allo stesso tempo, la velocità con cui bisogna intercettare e rispondere ai trend del turismo globale saranno una sfida per tutti e la connettività deve essere lo strumento per vincerla. Il turismo non rappresenta solo una destinazione, ma una modalità per connettere territori, persone e valori, sempre nel rispetto delle tradizioni, come sottolineato da Sua Eccellenza il Ministro per gli investimenti Khalid A. Al-Falih durante la conferenza”. Il presidente di Invimit, Nuccio Altieri: “L’invito a partecipare ai lavori ci ha onorato ed evidenzia l’importante ruolo che l’Italia può giocare nel turismo mondiale, ma anche il lavoro che Invimit sta facendo sull’attrattività degli investimenti sul piano internazionale. Risorse che possono incrementare quelle disponibili, un volano per l’economia e per i territori che vivono di turismo e che grazie agli investimenti in questo settore potranno continuare a prosperare, a vantaggio dell’intero Paese”.

ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO