25 Aprile 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeMERCATIGli italiani spendono il 52% dello stipendio in affitto, secondo lo studio...

Gli italiani spendono il 52% dello stipendio in affitto, secondo lo studio di N26. Firenze, Milano e Roma le città in cui costa di più.

L’indice di vivibilità della banca europea online N26 mette l’Italia all’ultimo posto in Europa, seguita da Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito. Al primo posto il Belgio, con una spesa pari a circa il 18% dello stipendio  

L’Indice di vivibilità sviluppato della banca online europea N26 ha l’obiettivo di individuare i Paesi europei che offrono una migliore qualità della vita. La classifica considera le spese relative all’affitto e l’energia elettrica che gli abitanti si trovano ad affrontare, oltre alla densità della popolazione e al senso generale di felicità dei residenti.

In particolare, lo studio analizza l’impatto che ha l’aumento del costo della vita e in particolare il caro-affitti ha sulle modalità di spesa e di risparmio degli europei e quanto pesa questo impatto nella valutazione di attrattività del Paese.

Per definire il ranking dei paesi più vivibili in Europa, tra i costi considerati quelli relativi all’affitto rivestono particolare importanza, soprattutto se analizzati in relazione all’ammontare medio degli stipendi.

Secondo i dati N26, l’Italia si classifica all’ultimo posto del ranking con focus affitti: la situazione caro-affitti nel nostro paese ha un impatto non indifferente sugli stipendi mensili degli italiani, tra i più bassi in Europa. Oltre il 52% del salario infatti è destinato all’affitto, percentuale più elevata tra i Paesi europei considerati, considerando la media nazionale del costo degli affitti per un bilocale, che si attesta attorno ai 1.400€.

L’analisi più dettagliata delle città italiane vede Firenze come la più costosa, con una media mensile di costi per affitto pari a 1.806€ e picchi di 2.200€ per il centro storico. Milano segue con una media di 1.674€ mensili, ma torna in vetta se consideriamo il picco più alto di costi per bilocali in centro storico, con circa 2.838€ mensili. A Roma, invece, terza in classifica, il costo medio degli affitti per un bilocale è sotto la media, con un prezzo medio di 1.200€.

Se l’Italia è il fanalino di coda di questa classifica di N26, a precederla tra i Paesi europei troviamo la Spagna, con un prezzo medio di affitto mensile pari a 1.377€, i Paesi Bassi, 1.620€ circa, e il Regno Unito con 1.460€ al mese. In questi Paesi le percentuali di stipendio da destinare all’affitto sono più basse, rispettivamente di 45% per la Spagna e 37% per i Paesi Bassi e il Regno Unito.

Al primo posto della classifica troviamo invece il Belgio, dove l’affitto di un bilocale costa circa 800€ mensili: qui gli abitanti destinano solo il 18% del proprio stipendio a questa spesa. Ad occupare il secondo e il terzo posto ci sono Svizzera e Danimarca, dove per un bilocale che costa rispettivamente 1.733€ e 1.159€ si destina in media il 21% del proprio stipendio mensile.

Fernanda Rossetti

Fernanda Rossetti
Fernanda Rossetti
Appassionata di New Media, TV, innovazione, multicanalità. MBA, si occupa di Marketing & Content Factory in Economy Group. Ama leggere e scrivere sulle nuove frontiere dei Media e dell'Economia nazionale ed internazionale.
ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO