25 Aprile 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeMERCATICase di lusso: Roma scala la top 10 delle città preferite dai...

Case di lusso: Roma scala la top 10 delle città preferite dai super ricchi

La “città eterna” si piazza, a sorpresa, al 9° posto, Dubai al primo, seguita nell’ordine da Miami, New York, Madrid e Parigi. Ecco la classifica, stilata in base al Barnes City Index 2024, sulle città più attrattive sul mercato delle case dei cosiddetti Uhnwi (Ultra High-NetWorth Individuals). Tradotto: persone che possiedono un patrimonio netto dai 30 milioni di dollari in su e che possono, dunque, accedere ad una ristretta nicchia di abitazioni esclusive.

Oltre alla capacità di spesa, lo studio di Barnes analizza anche i cambiamenti nelle scelte e nei comportamenti dei super ricchi. Fra questi trend ne spicca anzitutto uno: il fenomeno degli “itineranti”, ovvero quelle persone che possono lavorare in qualsiasi luogo del mondo, potendo dunque risiedere in città diverse, con grande libertà, flessibilità professionale e opportunità d’investimenti.

Da questa maggiore mobilità – si legge nel dossier di Barnes – scaturisce l’esigenza di acquisire più residenze (prime e seconde case), con una visione “geografica” trasversale. Spiega a questo proposito Thibault de Saint Vincent, presidente di Barnes: La clientela facoltosa non si accontenta di investire all’estero, ma si insedia all’estero per lunghi periodi di tempo. Capita spesso di incontrare clienti che vivono tutto l’anno in diverse città, Paesi o continenti”.

Nella top 10 delle città internazionali più ricercate Barnes identifica come “città del futuro” Dubai, Miami e Austin: tutte metropoli che hanno saputo sondare i nuovi comportamenti degli Uhnwi. Seguono New York, Parigi e Londra, che resistono, malgrado l’alta tassazione, grazie a valori immobiliari stabili e sicuri. Un posto di rilievo in classifica la occupa anche la categoria delle “città storiche che cambiano”. Si tratta di Madrid, Lisbona e Istanbul, che beneficiano di una tassazione ridotta per gli acquirenti e contemporaneamente importanti opere di riqualificazione urbana. In questo quadro, si è inserita anche Roma.

Ed è stato proprio nella Capitale che, durante la presentazione della ricerca, Luca Ungaro, responsabile sviluppo Italia di Barnes, ha ricordato le ragioni che hanno portato la città a diventare una meta da super ricchi. Nella lista dei punti a favore spiccano soprattutto la fiscalità favorevole (con il regime forfettario, a partire dal 2017, di 100mila euro per la catergoria Uhnwi) e la prospettiva delle opere di riqualificazione in vista del Giubileo 2025.

Cristina Giua
Cristina Giua
Cristina Giua, milanese, classe 1971, giornalista professionista dal 2012. Si è sempre occupata di giornalismo economico, con specializzazione in Finanza, Legal e Real Estate. Ha lavorato per testate come il Sole-24 Ore, Monitorimmobiliare, il Quotidiano Immobiliare. Si è occupata anche di organizzazione di eventi e di ufficio stampa & comunicazione per Fiera Milano e Fondazione ISMU (Istituto Studi sulla Multietnicità) della Regione Lombardia. Laureata in legge, con indirizzo d’impresa, presso l’Università degli Studi di Milano, ha in conseguito, in seguito, un Master in Giornalismo presso l’Università Cattolica di Milano.
ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO