23 Luglio 2024
Edilizia, Costruzioni & Real Estate: banner 728x90
HomeSTORIE D'IMPRESAAl via Rexer, agenzia immobiliare nata da partnership Intesa Sanpaolo, Homepal e...

Al via Rexer, agenzia immobiliare nata da partnership Intesa Sanpaolo, Homepal e BPER Banca

Previsti 4,5 M euro di investimenti in marketing e sviluppo commerciale e 2,5 M euro in tecnologia

La novità sul panorama italiano dell’intermediazione immobiliare si chiama Rexer, realtà innovativa, nata dalla partnership tra Intesa Sanpaolo, Homepal e Bper Banca, che venderà immobili (residenziali, ma anche commerciali) su tutto il territorio italiano. In che modo? Grazie all’uso di soluzioni tecnologiche innovative, unito ad una rete qualificata di agenti immobiliari. La presentazione del nuovo progetto alla stampa si è svolta, questa mattina, a Milano.

Ha spiegato Andrea Lacalamita, amministratore delegato di Rexer, durante la presentazione: “Proponiamo un approccio che definiamo ‘warmtech’, dove la tecnologia è unita al calore umano, coniugando il modello tradizionale con quello digitale. I nostri clienti sono supportati nella compravendita immobiliare da 60 agenti immobiliari, in 16 agenzie nelle 8 principali città italiane e da 16 agenti immobiliari che operano in remoto, con un nuovo sito live dal 27 febbraio, che prevede una guida alla nostra proposta – 3 soluzioni di offerta: Exclusive, Flexible e Basic – con un mini-sito per ogni agenzia Rexer presente in Italia”.

“Stiamo reclutando nuovi agenti immobiliari – ha aggiunto Andrea Lacalamita –  ai quali presentiamo un nuovo modo di lavorare altamente digitalizzato. Il tutto con un modello diretto e non franchising. Oltre che sulla tecnologia, la proposizione di Rexer si basa su 3 pillars: la professionalità, con un team di agenti che garantisce tempi di vendita molto veloci; la sicurezza data dai partner bancari BPER Banca e Intesa Sanpaolo e dal fatto che gli immobili su Rexer saranno verificati mediante due diligence”.

Monica Regazzi, cfo & strategy di Rexer, ha illustrato lo scenario economico italiano e i possibili sviluppi: “L’outlook è in miglioramento per il 2024, con i livelli di inflazione previsti in riduzione nel biennio 2024-2025, grazie alle politiche monetarie e alla decrescita dei prezzi delle materie prime, con conseguente decrescita dei tassi.
Il mercato mostra una sempre maggior propensione all’utilizzo di canali digitali: Rexer presenta un modello multi-canale che risponde alle esigenze dei clienti sull’intero territorio. All’estero sono già operativi modelli analoghi di aziende PropTech, penso ad esempio alle tedesche Postbank Immobilien e McMakler”.

Nel 2024 – ha sottolineato Monica Regazzi – prevediamo investimenti per il lancio e la crescita di Rexer: stimiamo un investimento di 4,5 M€ in Marketing e sviluppo commerciale e di circa 2,5 M€ in tecnologia. Il piano di crescita del personale di Rexer prevede un incremento di circa 30 persone nel 2024, di cui 25 agenti, a supporto dello sviluppo della società.”

Nel suo intevento Fabio Marra, coo di Rexer, ha voluto sottolineare l’aspetto innovativo del modello di business: “Stiamo rivoluzionando il modo di operare degli agenti immobiliari, consentendo loro di risparmiare oltre il 40% del tempo abitualmente impiegato per la gestione operativa delle pratiche, tempo che può essere dedicato al cliente. Come? Con il digital office manager che organizza l’esigenza di vendere casa espressa dai clienti dei partner bancari, gestisce l’agenda degli agenti immobiliari, scrive gli annunci con IA, genera il marketing sugli immobili pubblicando su siti italiani ed esteri, guida nella sottoscrizione dei contratti, che sono completamente digitali”.

“Gli agenti – ha proseguito Marra – si possono concentrare sul core della loro professione, che è il tempo speso nella cura dei clienti, su cui ambiamo ad avere un indice di customer satisfaction superiore al 90%. Tra gli strumenti, anche un risponditore vocale al cliente che non trova l’agente, che permette di salvare il messaggio, trasformarlo in un whatsapp con IA e inviarlo all’agente per far partire una conversazione. A supporto dei clienti c’è anche la valutazione immobiliare presente sul sito rexer.it. Guidata da IA e big data, mostra ai clienti i dati dell’immobile, i prezzi di vendita delle case simili presenti nell’area di riferimento e le compravendite degli ultimi sei mesi”.

Infine, Chiara Dondoni, head of products and partnership management di Rexer, ha puntato l’attenzione sulla “contaminazione e sullo scambio di idee. Per questo, possiamo definirci la prima open proptech platform del mercato italiano. Ricerchiamo attivamente la collaborazione con altri partner industriali e bancari che vogliano partecipare allo sviluppo di un nuovo modello di crescita”.

Cristina Giua
Cristina Giua
Cristina Giua, milanese, classe 1971, giornalista professionista dal 2012. Si è sempre occupata di giornalismo economico, con specializzazione in Finanza, Legal e Real Estate. Ha lavorato per testate come il Sole-24 Ore, Monitorimmobiliare, il Quotidiano Immobiliare. Si è occupata anche di organizzazione di eventi e di ufficio stampa & comunicazione per Fiera Milano e Fondazione ISMU (Istituto Studi sulla Multietnicità) della Regione Lombardia. Laureata in legge, con indirizzo d’impresa, presso l’Università degli Studi di Milano, ha in conseguito, in seguito, un Master in Giornalismo presso l’Università Cattolica di Milano.
ARTICOLI CORRELATI

IN PRIMO PIANO